"I blog influenzeranno le elezioni politiche del 2006?"
Milano, Ottobre 2005 -  Mediateca Santa Teresa - “Io ho piů paura di Bush!”. E’ quanto ha dichiarato Derrick De Kerckhove, uno degli studiosi di Internet piů noti e prestigiosi al mondo, in un’intervista a Massimo Mattone, caporedattore di Internet Magazine (www.edmaster.it/intmag), la rivista italiana di riferimento per i professionisti della Rete.  “Ho letto nel Wired Magazine  di due o tre mesi fa - ha continuato - che la prossima elezione degli Stati Uniti sarŕ influenzata dai blog. Io lo spero ma non lo credo. Io ho molta piů paura che la prossima elezione degli Stati Uniti sarŕ influenzata da George Bush e dalla sua stessa dinastia. Questo mi fa molta paura!
 
Direttore del Programma McLuhan in Cultura e Tecnologia dell'Universitŕ di Toronto, De Kerckhove auspica che “i blog guardino alla loro indipendenza da parte di tutto il resto dei media potenziali” pur riconoscendo al fenomeno Internet piů in voga del momento la dignitŕ di “sistema di connessione politica” quindi capace, in qualche modo, di orientare la forbice degli elettori italiani verso l’una o l’altra coalizione, proprio come sostiene in questi giorni Marco Montemagno, esperto di Internet, nel suo innovativo esperimento politico blogosfere.
 
Nell’intervista, davvero ricca di spunti e novitŕ  interessanti, De Kerckhove si č soffermato anche sulla differenza tra blog e giornalismo. A sorpresa, rispetto a sue stesse precedenti dichiarazioni, De Kerckhove ha detto che “ora la differenza fra giornalismo e blog va a divenire sempre meno grande”, si va sempre piů assottigliando, e tutto ciň perché “č il blog”, fenomeno Internet del momento,  “che ti dice la veritŕ quando le cose si fanno sul serio”, una veritŕ priva di filtri espressa nella sua forma pura, essenziale. 
 
E il futuro? Internet dove sta andando, cosa c’č d’importante da fare oggi nel Web?
De Kerckhove non ha dubbi: “per me quel che conta adesso č il tagging, un fenomeno che io ritengo fondamentale”. E quando l’intervistatore gli chiede un consiglio per i lettori della rivista Internet Magazine, De Kerckhove li esorta ad agire, a sperimentare, a provare il mondo del tagging, la nuova forma di classificazione del sapere che fa ampio uso delle categorie e permette cosě di creare tra la gente reti di argomenti simili facilmente individuabili da appositi motori di ricerca.
Sono questi gli strumenti che apriranno il mondo ad un nuovo modo di concepire Internet.
L’intervista completa a De Kerckhove, realizzata  nella Mediateca Santa Teresa di via della Moscova, in occasione dell’evento milanese bb_write  di “Research in Motion” dedicato al BlackBerry e presieduto da Maria Grazia Mattei, sarŕ pubblicata da Edizioni Master (www.edmaster.it) sulla nota rivista italiana Internet Magazine, all’interno di uno “Speciale Blog”.
 
Internet Magazine č un mensile storico nel panorama editoriale italiano. Lanciato nel 1997, attualmente rappresenta il punto di riferimento per tutti i professionisti del settore Web e IT. I contntenuti editoriali sono tra i piů completi del mercato, grazie alla collaborazione dei piů qualificati esperti del settore. Il target č rappresentato da uomini di etŕ compresa tra i 21 e i 39 anni, con status e scolarizzazione medio-alti.